"Non ne chiedere pochi!". Riflessioni del pastore Archetto Brasiello.

“Allora egli disse: «Va' fuori, chiedi in prestito a tutti i tuoi vicini dei vasi vuoti; e NON NE CHIEDERE POCHI.” (2Re 4:3)

Il versetto del nostro testo racconta la storia di una donna, la quale era rimasta vedova, piena di debiti e, causa morosità, completamente sola perché il creditore, di li a poco, gli avrebbe tolto i suoi due figli.

A seguito di questa tragedia, si rivolse al Profeta Eliseo e, alla domanda del profeta Eliseo, fece fatica a menzionare il vasetto d’olio; perché oggettivamente inutile e insignificante di fronte alla sua grave situazione debitoria.

È sempre così! Quando mettiamo a confronto il bisogno con ciò che abbiamo, quest’ultimo lo definiamo “nulla”.

Ma fu dal vasetto d’olio che Dio diede inizio al miracolo e il Suo Intervento superò ogni aspettativa, perché dal quel piccolo oggetto, il Signore risolse il suo presente e il suo futuro.

Stessa cosa vale per te! Da quel poco che ti è rimasto, il Signore ti farà risorgere; stravolgerà favorevolmente la tua vita.

Ma affinché il miracolo avvenisse, questa donna si doveva organizzare; chiedere ai vicini dei vasi, perché il Signore, attraverso un “miserabile” piccolo contenitore, li avrebbe riempiti tutti del miglior EVO ("Ghiacciola"?; oltre 60 Euro al litro).

Non gli fu dato nessun limite, anzi, il profeta gli fece una raccomandazione: “Non ne chiedere pochi!”

Non sappiamo quanti vasi riuscì a farsi prestare, forse 10, 100, 200; forse di proposito lo Spirito Santo non ci ha lasciato il numero, affinché ognuno di noi non ponga limiti a ciò che Dio può e vuole fare nella nostra vita.

Caro lettore; non ti abbattere; anche se apparentemente sembra non esserci via d’uscita, rivolgiti in questo momento a Cristo Gesù; racconta il tuo dramma e poi, preparati, organizzati e mi raccomando, non ne chiedere pochi!

Pace e bona giornata!

Archetto & Teresa Brasiello

9 visualizzazioni0 commenti